Menu:


Carta del servizio

palestra
TechDive Arenzano, Associazione sportiva a r.l., è concessionario e gestore della Palestra Subacquea posta nei fondali antistanti località Marina Grande ad Arenzano, in quanto aggiudicataria della gara bandita dal Comune di Arenzano per la concessione dell’impianto per il periodo 01/12/2013 – 31/12/2015.
La Carta del Servizio della Palestra Subacquea illustra i servizi e le attività a disposizione per tale impianto, le caratteristiche dell’impianto, le modalità, i requisiti, le condizioni per l’utilizzo, nonché indica ove rivolgersi per richiedere informazioni, proporre suggerimenti o presentare reclami.
La carta è uno strumento di base, per garantire la trasparenza nei rapporti con gli utilizzatori dell’impianto e per il miglior uso dell’impianto.
PRINCIPI FONDAMENTALI
Techdive garantisce equità e imparzialità di trattamento nei confronti di tutti coloro che intendono avere accesso all’impianto senza distinzione di etnia, sesso, lingua, religione e opinioni politiche; Le modalità di utilizzo dell’impianto sono ispirate a criteri di efficacia al fine di rendere l’accesso all’impianto libero a tutti nel rispetto delle norme e della salvaguardia della sicurezza degli utilizzatori. Techdive garantisce a tutti le informazioni necessarie per il corretto utilizzo dell’impianto. Techdive garantisce e promuove il ruolo che i cittadini possono svolgere per migliorare il servizio di gestione dell’impianto, allo scopo si impegna a rispondere a chiunque presenti suggerimenti, segnalazioni e reclami;
ATTIVITA’ E SERVIZI DELLA PALESTRA SUBACQUEA
La palestra subacquea è posta sul fondale antistante la località Marina Grande di Arenzano ad una profondità media di 20.00 ml. sotto il livello del mare, della dimensione di ml 30,00 x 50,00, individuata dalle seguenti coordinate che individuano rispettivamente il vertice a levante di terra e quello di ponente al largo compresa tra le seguenti le seguenti coordinate nautiche : Latitudine 44° 23' 316'' Nord - Longitudine 008° 40' 819'' Est Latitudine 44° 23' 315'' Nord – Longitudine 008° 40' 787'' Est. 2. E’ costituita da una serie di 25 moduli in calcestruzzo suddivisi in tre figure fondamentali: cilindro, prisma e parallelepipedo per svolgimento di attività di immersioni sportive, di addestramento subacqueo e turistico ricreative.
ACCESSO
Al complesso della Palestra Subacquea hanno diritto di accesso e immersione tutti coloro che sono in possesso dei requisiti di cui all’Ordinanza della Capitaneria di Genova n. 18/99, previa autorizzazione rilasciata da Techdive.
Responsabili dell’immersione devono essere Centri di immersione e addestramento subacquei oppure Società Sportive che svolgono attività subacquea, come espressamente previsto nel proprio statuto.
RICHIESTA E MODALITA’ DI UTILIZZO
I soggetti che intendono utilizzare la palestra Subacquea devono richiederlo con almeno una settimana di preavviso inviando una email a palestrasubacquea@techdive.it indicando i seguenti dati:
- Per immersioni di natura ricreativa:
· Dati identificativi del richiedente, e della Associazione/centro di Immersione/Scuola di riferimento;
· Numero dei partecipanti, loro nomi e brevetti;
· Nomi delle guide/accompagnatori e loro brevetto.
- Per immersioni di addestramento subacqueo:
· Dati identificativi dell’istruttore responsabile;
· Dati identificativi e brevetti degli istruttori o aiuto istruttori/divemaster coadiuvanti;
· Dati identificativi dei partecipanti al corso;
· Dati identificativi della scuola organizzatrice del corso.
Entro 48 ore lavorative dalla ricezione della domanda, corredata delle informazioni sopra indicate, verrà data risposta, via email, indicando la data in cui sarà possibile fruire della palestra, copia della comunicazione sarà inviata anche al Comune di Arenzano. Le richieste incomplete non saranno prese in considerazione. Nulla è dovuto per l’utilizzo della Palestra Subacquea, eventuali richieste di prestazioni e servizi da parte dei soggetti utilizzatori per raggiungere la palestra sono oggetto di trattativa privata.
La Palestra Subacquea è utilizzabile da un solo gruppo per turno, composto da un numero di subacquei non superiore a 20 unità; Per l’accompagnamento alla Palestra Subacquea occorre comunque la dotazione di una unità da diporto di appoggio, che deve integrare le dotazioni di sicurezza previste dalla normativa vigente con le seguenti dotazioni supplementari di cui al D.M. 29 Luglio 2008, n. 146 e dell’Ordinanza n. 18/99 della Capitaneria di Porto di Genova , come modificata dall’Ordinanza n. 183/2003 della medesima: a) una bombola di riserva da almeno 10 litri ogni cinque subacquei imbarcati, contenente gas respirabile e dotata di due erogatori e, in caso di immersione notturna, di una luce subacquea stroboscopia; b) un unità per la somministrazione di ossigeno con caratteristiche conformi alla norma EN 14467; c) una cassetta di pronto soccorso conforme alla tabella A allegata al decreto dl Ministero della Sanità 25 maggio 1988, n. 279, e una maschera di insufflazione; d) un apparato ricetrasmittente ad onde metriche (VHF), anche portatile; e) la presenza di una persona abilitata al primo soccorso subacqueo; f) mezzo di comunicazione, radio ricetrasmittente o altra attrezzatura che permetta di contattare i centri di soccorso elencati al successivo punto g), comprensivo di batterie di riserva o di attacco per la ricarica continua alla batteria di bordo; g) tabella riportante i numeri telefonici e/o le frequenze di ascolto dei principali centri di soccorso (Autorità Marittime, Ospedali, Liguria Emergenza Sanitaria, Centri Iperbarici, ecc….), conforme all’allegato “A” dell’Ordinanza 18/99 sopra menzionata, allegato al presente Capitolato; h) cassetta di pronto soccorso; i) cellulare con garanzia di funzionamento entro i limiti di ubicazione della palestra oppure di telefono satellitare.
SEGNALAZIONE
I soggetti responsabili delle immersioni hanno l’obbligo di segnalare la presenza di subacquei mediante una bandiera rossa con striscia diagonale bianca issata sul mezzo nautico d’appoggio. In aggiunta a quanto sopra e’ facoltà dei medesimi soggetti di utilizzare altresì un pallone, per segnalazione di subacqueo, ancorato nella zona in cui avviene l’immersione. Tale pallone galleggiante deve essere rosso recante una bandiera rossa con striscia bianca, visibile ad una distanza non inferiore 300 metri. Tutti gli operatori subacquei devono comunque operare entro i 50 metri dai segnali sopra indicati. Se vi sono più subacquei e’ sufficiente un solo segnale qualora tutti operino entro il raggio di 50 metri dalla verticale del segnale.
INFORMAZIONI E RECLAMI
Techdive assicura un’informazione completa a tutti coloro che intendono usufruire della Palestra Subacquea. A tale scopo oltreché inviare richieste a titolo informativo all’indirizzo email palestrasubacquea@techdive.it, è possibile consultare il sito www.techdive.it, nonché il sito ufficiale della palestra gestito dal Comune di Arenzano www.palestrasubarenzano.com, oppure chiamare il numero di telefono 3472236356, o rivolgersi direttamente presso l’unità operativa di Techdive, sita in Arenzano, Via del Porto 24.
RIFERIMENTI NORMATIVI
Si elencano di seguito i riferimenti normativi, ordinanza interessanti le attività della Palestra Subacquea: Ordinanze della Capitaneria di Porto di Genova n. 18/1999, n. 183/2003, n. 341/2007.
Allegati Disegni, e allegato A dell'Ordinanza 18/99
SCHEMA DELLA DISPOSIZIONE DEI MODULI NELLA PALESTRA SUBAQUEA


Foto subacquee